[CORONAVIRUS ED IMPATTO SULLA ECONOMIA LOCALE]

Ogni giorno il bollettino dei media riporta numeri in forte rialzo di contagiati e vittime del coronavirus, un tunnel che sembra non avere fine, portando ad isteria di massa, assalto ai generi alimentari, fobia del contagio e c’è chi non manca di speculare sulle conseguenze emotive che questa epidemia sta portando a livello nazionale.

Una epidemia è un qualcosa che è fuori dal nostro controllo, che porta a decisioni drastiche e cambiamenti del nostro modo di pensare e vivere la quotidianità.

Anche nel nostro lavoro, chi vive di commercio, soprattutto aziende e negozianti locali, si trovano costretti ad abbassare la saracinesca, in un futuro che ha nell’incertezza e nella paura la sua massima espressione.

Che fare? Smettiamo tutti di lavorare?
Assolutamente no.

Molto spesso, troppo, e continuando a sbagliare, neo-imprenditori decidono di avviare una attività commerciale contando solo ed esclusivamente sulla clientela locale.

Ti svelerò un segreto:
se decidi di aprire un negozio, la situazione non è come 20 anni fa che bastava avere il budget ed aspettare i clienti che “vengono da soli o passano davanti la porta del tuo negozio/ufficio”.

Ora c’è più concorrenza, saturazione del mercato, ed anche se tu hai un prodotto o servizio migliore del tuo rivale di business, se non hai una giusta strategia unita ad una continua presenza online, scusami se ti dico queste parole un pò forti, ma sei destinato a non sopravvivere più di 5 anni.
Dati dell’Istat, non lo dico io.

Quindi, cosa fare? A 40-50 anni ci rimettiamo sui libri a studiare? Direi di no.

Non devi assolutamente occuparti della parte tecnica, io lavoro nel settore pubblicitario dal 2001, e posso risolvere molti dei tuoi problemi acquisendo per te clienti online, costruendo e gestendo gli strumenti che abbiamo a disposizione come i social network.

Perchè parliamoci chiaro, oggi se non hai:

📍 Un sito web “cattura clienti” che non è solo una bella vetrina ferma, ma una fabbrica di soldi ricorrenti
📍 Un negozio online dove acquistare il tuo prodotto-servizio ed aumentare i numeri dei tuoi clienti e fatturato
📍 Una strategia chiara per promuovere quello che sai fare meglio da tutta la vita o che vorresti iniziare a fare
📍 Padronanza dei social network per mostrare al meglio i bisogni che sai risolvere
📍 Presentare al meglio la tua attività/locale

Non sei competitivo sul mercato e lasci sul tavolo un bel pò di soldi, che potrebbero essere nelle tue tasche.

Facile a parole, vero? Ed hai ragione.

Questo perchè non sei in grado di:

📍 Costruire un sito web
📍 Impostare una strategia di marketing
📍 Creare un sito e-commerce dove vendere il tuo prodotto o servizio
📍 Usare i social network per generare contatti interessati
📍 Apri la tua pagina FB, è gratis, ma non sai che va configurata e non sai cosa scrivere dopo che è passato il primo mese di “eccitazione”, non contanto che decine e decine di professionisti come te hanno fatto altrettanto (e forse meglio).

Tutti questi strumenti, unita alla corretta strategia, funzionano anche se sei nella zona rossa con la serranda del tuo negozio abbassata.

Quando ci è imposta una sosta forzata, ognuno di noi può sfruttare il tempo che abbiamo a disposizione per utilizzarlo al meglio, nella maniera più proficua e costruttiva possibile.

Ripartire con nuove conoscienze, nuovi strumenti, un nuovo modo di pensare (avrai letto la parola “mindset” da qualche parte, o “riprogrammazione mentale”.

Puoi continuare a farti prendere dal panico senza fare nulla,
o puoi iniziare ad interessarti davvero alle cose che funzionano, per ripartire più forti di prima, in barba alla peggior epidemia.

Sei solo tu, che decidi chi vuoi essere.
E sai benissimo che, anche se hai affisso un cartello come quello in basso (esempio dal web) il tuo fatturato è destinato a scendere inesorabilmente.

A presto,
Marco.

[MARCO, COSA FAI ESATTAMENTE DI LAVORO?]

Questa è una domanda che mi fanno sempre molte persone, data la scarsa conoscienza di commercianti ed imprenditori italiani per il marketing, la comunicazione e soprattutto l’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione, i social network.

Rispondo a tutti con questo post, per fare chiarezza una volta per tutte su quella che sembra ancora una professione fantascientifica.

Mi occupo di:

📍 CONSULENZA STRATEGICA DI ONLINE MARKETING
📍 REALIZZAZIONE LANDING PAGE E SITI INTERNET/E-COMMERCE
📍 SERVIZI FOTOGRAFICI PUBBLICITARI PER EVENTI/LOCALI/NEGOZI
📍 SOCIAL MEDIA MANAGER PER PAGINE FACEBOOK CON AUMENTO BASE FAN INTERESSATA E VENDITE/FATTURATO

A differenza di un semplice consulente, mi occupo anche della parte tecnica e pratica, seguendo il cliente anche dopo la vendita, pratica che, purtroppo, fanno pochi colleghi bramosi di fare solo mere vendite, senza spiegare cosa stanno facendo, tantomeno trarre profitto.

La storia è molto semplice, se io chiedo una cifra fissa al mese, o un determinato costo per un servizio, vuol dire che ciò che sto offrendo vale 10 volte di più, che corrisponderà al vostro profitto.

Vi faccio un esempio pratico:

Un mio cliente ristoratore mi chiama per realizzargli un sito web vetrina, costo base € 500.
Il sito vetrina ha poca interazione con l’utente che lo visita, per questo è la tipologia di sito internet che costa meno.

Ha una caratteristica importante però:
IL MODULO CONTATTI/PRENOTAZIONI ONLINE.

Tramite il form contatti e la gestione autonoma di un tuo dominio, SLEGATO da una piattaforma che NON CONTROLLI
come Facebook o Instagram (se va offline perdi soldi e contatti con i clienti), dai la possibilità a chi vuole venire presso la tua attività di contattarti e prenotare online.

Risultato, con le prime 2 prenotazioni si è rifatto del costo del sito web.

Se non hai intenzione di investire nel tuo business, passa altrove e vai da chi ti vende siti web tutti uguali a 100 euro o 20 euro al mese, non parliamo la stessa lingua, e soprattutto non portiamo gli stessi risultati alla tua attività commerciale.

Per maggiori informazioni, clicca sul pulsante
“INVIA UN MESSAGGIO”,
sarò felice di parlare con te ed aiutarti a crescere.

A presto.

[IL LOCAL MARKETING FUNZIONA DAVVERO?]

Apri il tuo ufficio, la tua azienda,
il tuo negozio, il tuo studio,
distribuisci un pò di volantini per
l’inaugurazione, ed investi tempo e denaro
per pagare:

– grafica
– stampa
– distribuzione

Risultato? 0 clienti, e 5/600 euro in meno in cassa.

Hai capito che tutto questo non funziona,
(come manifesti e cartelloni pubblicitari),
non siamo più negli anni 90,
è tutto molto veloce ed hai bisogno di
ottimizzare le spese pubblicitarie e
massimizzare i tuoi risultati.

In questo ti viene in aiuto il local marketing,
strategie personalizzate tramite pubblicità
sui più famnosi social network,
per far conoscere e vendere
il tuo prodotto e servizio
SOLO A CHI E’ INTERESSATO VERAMENTE.

Ed ascolta quanto sto per dirti:
COSTA MENO DELLA PUBBLICITA’ CARTACEA.

Nei comuni locali fino a 20/30.000 persone,
hai bisogno di promuovere continuamente
la tua attività, spendendo molte
centinaia di euro ogni 7/10 giorni.

E quindi ti troverai a ristampare volantini con nuove offerte,
pagare un grafico per il progetto,
un tipografo per la stampa,
un’agenzia di distribuzione per la diffusione e consegna a
privati ed aziende (a caso, non profilate e poco interessate).

Continuerai ad investire ciclicamente in una strategia che
NON FUNZIONA,
mentre fare pubblicità su Facebook o Instagram ti permette
di raggiungere i tuoi potenziali clienti
per promuovere il tuo prodotto/servizio
a chi VUOLE ACQUISTARLO.

E FUNZIONA VERAMENTE!

Contattami subito cliccando sul punsante qui in basso
INVIA UN MESSAGGIO
ed indicami:

NOME E COGNOME
EMAIL
RECAPITO TELEFONICO

ti invierò i miei casi studio di successo per mostrarti qualche numero e valutare se decidere insieme la migliore
strategia per il tuo business.

TI ASPETTO.

[VOGLIO FARE ONLINE MARKETING MA NON CI CAPISCO NULLA, DA CHI VADO E COME INIZIO?]

La migliore arma che hai contro la fuffa è la referenza di chi ti sta vendendo qualcosa.

Devi capire che, se non hai le informazioni corrette per il tuo business, che sia online, offline o in entrambi i casi, sei destinato a rimanere ai blocchi di partenza.

Con meno soldi di quando sei partito, senza produrre ne fatturato, tantomeno clienti interessati al tuo prodotto-servizio.

Fintanto che ti ostinerai nel voler risparmiare denaro tra consulenze strategiche, tools di marketing, siti web responsive ed ottimizzati alla conversione del cliente, immagini professionali del tuo prodotto da presentare al tuo pubblico, sei destinato a fare ben poco, spendendo addirittura di più, di quello che credi di aver “risparmiato”.

La combinazione strategica di tutti questi servizi COSTRUISCE LA TUA REPUTAZIONE agli occhi dei tuoi potenziali clienti.

Più sarai veloce e presente nel dare supporto ai tuoi clienti, con le informazioni e strumenti giusti, più si impenneranno le tue vendite.

E tu, cosa hai deciso di fare oggi?

Ecco per te, gratis, 10 punti per analizzare la tua azienda:

📍 1. Mindset, cultura digitale e creatività:
Se non sei consapevole di quello che fai, non avrai risultati.
Per questo serve entrare in consulenza con un professionista di settore.

📍 2.Offerta e la sua personalità:
La tua offerta è chiara e comprensibile ai tuoi clienti?
Rischi veramente di lasciare molti soldi sul tavolo.

📍 3.Identità di marca e branding:
Sei percepito come un professionista e vero esperto del tuo settore?
Ascolta cosa dicono di te e della tua attività le persone, e correggi “il tiro”.

📍 4.Funnel di vendita:
Devi capire che NON PUOI VENDERE A TUTTI come il tuo prodotto NON E’ PER TUTTI.
Trova la tua nicchia di mercato, e diventa il leader assoluto nel tuo settore.

📍 5.Sito web:
Hai una presenza online? E’ visibile da qualsiasi dispositivo?
C’è iinterazione con l’utente? Altrimenti, devi rifarlo, perchè non ti porta soldi nelle tue casse.

📍 6.Strategie di local marketing:
Sei riconosciuto localmente come attività ed i clienti conoscono la tua offerta?

📍 7.Contenuti:
Hai pianificato una strategia di contenuti per “educare” i tuoi clienti ad aver bisogno del tuo prodotto?
Se scrivi solo un post quando ti va, ecco uno degli errori che non devi commettere, per questo esistono i social media manager, che gestiscono al posto tuo con un piano chiaro e continuativo i tuoi profili social.

📍 8.Social network:
Se non ci sei, sei fuori. Se ci sei, non li stai sfruttando a tuo favore. Puoi vendere di tutto ed acquisire nuovi clienti paganti per la tua azienda.

📍 9.Social advertising:
La reach organica è praticamente quasi morta, se non sei un esperto di inserzioni su Facebook/Google/Instagram, affidati ad un esperto che creerà per te campagne pubblicitarie online profittevoli

📍 10.Influencer marketing:
In alcuni settori funziona alla grande la collaborazione con influencer locali per promuovere il proprio prodotto o servizio, non trascurare questo aspetto, potrebbe essere la carta vincente per conquistare la tua nicchia di mercato.

Spero di esserti stato utile,
alla prossima 😉

Marco.

[HAI IL CONTROLLO DEL TUO BUSINESS?]

Strutturate il vostro business
con il maggior controllo possibile,
un negozio con WordPress/Shopify vi renderà
maggiori risultati e sarà più focalizzato
rispetto qualsiasi business
con Amazon (e basta con la favoletta della pubblicità 0 e vendite organiche).

Avere maggiore controllo
significa non dipendere da nessuno,
monitorare l’uptime della propria piattaforma,
le forme di pagamento,
gli utenti che non acquistano subito
ed abbandonano il carrello,
i primi visitatori timidi che vogliono più informazioni.

Siate partecipi della vita dei vostri clienti,
offrite il miglior servizio di post vendita possibile,
seguite sempre ed assistite gli acquirenti
per realizzare la migliore esperienza.

Il segreto non è vendere sulla quantità,
ma avere pochi clienti ricorrenti,
che vi faranno buona pubblicità
portandone altri, senza che voi
spendiate un centesimo.

Meglio una piattaforma realizzata da professionisti,
che utilizzare canali saturi con prodotti tutti simili.
Se poi anche la strategia di marketing è personalizzata,
non avrete nessun problema,
e potrete dormire su sette cuscini.

Per avere sonni tranquilli,
e per richiedere un preventivo,
scrivetemi a info@marcomerafina.it

Al vostro successo!
Marco

[LA GUERRA DELLE DASHBOARD – E DELL’EGO NEL MARKETING]

Fin dagli inizi della mia carriera nella comunicazione pubblicitaria, a partire dagli anni 2000,
c’è sempre stata una lotta di classe
tra professionisti, a volte giocando pulito,
a volte no.

Come in tutti i settori, in ogni professione,
l’incentrare la potenza dei risultati
nel proprio brand, che siano un team o una singola persona,
fa parte della brand awareness, quindi di
quello che le persone dicono del tuo operato.

Dimostrare il proprio valore e successo
pubblicando screenshots, dashboard,
fatturati, casi studio, fa parte
dell’intero processo di acquisizione del cliente
che vuole guadagnare di più dalla propria attività,
e generalmente non è soddisfatto dei risultati,
o perchè fa marketing nel modo sbagliato,
o perchè si affida a persone poco competenti (capita),
oppure perchè, e sono la maggior parte,
non hanno ancora ben capito

A COSA SERVE IL MARKETING?

La riprova sociale è importantissima,
il feedback delle persone oro prezioso,
per capire con chi si sta parlando,
con chi si impegna il proprio tempo
e con chi si decide di intraprendere
un percorso professionale
che porti strategie vincenti
e risultati tangibili
nel proprio business.

Quindi, per questo motivo,
personalmente guardo sempre cosa
dicono le persone di un collega
o di un professionista al quale io devo
chiedere un consiglio o una collaborazione,
leggendo e cercando opinioni di clienti
ed aziende partner.

Cosa c’entrano gli screen e le dashboard
che quasi tutti pubblicano
sulle proprie pagine?

ASSOLUTAMENTE NIENTE.

Marco, ma sei impazzito?

No.
Dato che ho visto persone crearci business su
screenshots e dashboard,
che, diciamoci la verità,
sono utili quanto una tanica di benzina
durante un incendio,

SE NON VENGONO ILLUSTRATI E SPIEGATI ALLA MASSA.

Troppe persone
si sono presentate a me
senza quasi nemmeno dire nome e cognome
sommergendomi di dashboard, fatturati da urlo
e…..DIALOGO 0.

SACCENZA ED ARROGANZA MOLTA.

Se volete vincere veramente
prima come persone, poi come professionisti,
rispettate le regole basilari
dell’educazione e del confronto
tra esseri senzienti e civili.

Parlate, scambiate opinioni,
i risultati vengono dopo.

E no, il confronto reciproco non è mai una perdita di tempo.

[I SOCIAL NON FANNO PER ME: SFATIAMO UN MITO]

La maggior parte delle persone
hanno una visione solamente ludica
dei social network.

Cosa vuol dire?

Selfie, giochi interattivi, post di ringraziamento per gli auguri ricevuti (li conoscete tutti? Non credo..),
condivisione dei luoghi di vacanza (interessa a tutti? Non credo..).

Siamo nell’era dell’apparire,
ed i social network fanno da capostipiti
a questa tendenza che sta riducendo notevolmente
la nostra capacità di ragionare su temi più
importanti.

Svagarsi fa bene per staccare la spina,
ma come per tutte le cose, il troppo storpia.

Questo post è rivolto a:

✅ IMPRENDITORI
✅ LIBERI PROFESSIONISTI
✅ RISTORATORI
✅ ALBERGATORI
✅ COMMERCIANTI
✅ BLOGGERS
✅ INFLUENCERS
✅ MARKETERS
✅ NETWORKERS
✅ AFFILIATE MARKETERS

e chiunque voglia veramente capire cosa e come fare per:

💣 AVERE UNA O PIU’ ENTRATE ECONOMICHE EXTRA
💣 CREARE UN BUSINESS ONLINE DA 0
💣 VENDERE SU INTERNET
💣 COMPRENDERE IL LANCIO DI UN PRODOTTO
💣 GUADAGNARE CON UN BLOG

e molto altro.

Con Facebook, ad esempio, si possono:

✅ PORTARE CLIENTI AL TUO NEGOZIO/STUDIO/LOCALE

✅ VENDERE PIU’ PRODOTTI CONTEMPORANEAMENTE GRAZIE A PUBBLICITA’ MIRATE CHE “RIPESCANO” PERSONE CHE NON HANNO ACQUISTATO LA PRIMA VOLTA (RETARGETING)

✅ CREARE SERVIZI AGGIUNTIVI ONLINE PER LA TUA ATTIVITA’ (BLOG INFORMATIVO PER CONVERTIRE I VISITATORI IN CLIENTI)

✅ VENDERE PRODOTTI DIGITALI A COSTI IRRISORI (MEGLIO SE AUTOPRODOTTI)

✅ VENDERE CONSULENZE ONLINE

✅ VENDERE STRATEGIE ONLINE

✅ TRASFORMARE IN ATTIVITA’ ONLINE LE TUE COMPETENZE

Quindi chi vince?

CHI HA PIU’ SKILLS (COMPETENZE).

E SE NON LE AVETE, ACQUISITELE SEGUENDO
CHI NE SA PIU’ DI VOI.

Se non sapete come fare ma volete cambiare la vostra situazione attuale, sapete chi contattare.

Il resto continuerà a guardare Netflix o a giocare,
poi però non lamentatevi.

[MISURABILITA’]

Eh già caro amico imprenditore,
commerciante, professionista.

Se non sai misurare i tuoi dati,
se ti affidi ad “esperti” dell’ultima ora,
che promettono guadagni senza avere
dati misurabili,
perderai solo una quantità infinita di
tempo e denaro.

Come fai a misurare i tuoi dati?

Semplice.
Affidati ad un professionista che sa cosa dice, quando deve dirlo e cosa suggerirti, in base a quello che già sai fare meglio,
il TUO lavoro.

Mi chiamo Marco Merafina,
ed ho iniziato il mio percorso di formazione
nel campo delle vendite nel lontano 2005.
In questo periodo nascevano
colossi del web come EBAY,
Facebook era al suo primo anno di vita
e nessuno si aspettava stravolgessero,
entrambi, la vita di ognuno di noi,
sia privata che lavorativa.

Tramite queste piattaforme,
seguite da Instagram, Linkedin, Quora
e via dicendo,
è possibile costruire la propria reputazione online,
sia nella propria lingua madre che in tutto il mondo.

Non ti piacerebbe l’idea di aumentare
i tuoi clienti ed il tuo fatturato grazie ad essi?

So che ti sembra folle, tutto ciò che conosci
è la pubblicità tradizionale, che intrapresi io stesso
nel 1999, quando montavo vetrine pubblicitarie
presso studi e negozi.

Purtroppo, nel 2019,
se hai una tua attività non basta.

Nel corso degli anni, (18 ad esser precisi),
ho spaziato tra tipografie, agenzie, negozi,
associazioni, sedi di partiti politici, ove
ho appreso tutto ciò che serve
per misurare i risultati di quello che faccio ogni giorno:

AIUTARE LE PERSONE A GUADAGNARE.

E tu mi dirai:
“Marco, a chiacchiere siamo tutti bravi, tu cosa hai da dimostrare?”

Vi lascio con l’interrogativo,
alla prossima puntata, ove vi presenterò il mio primo caso studio.

Cos’è un caso studio?

E’ un evento di business nel quale si riporta per filo e per segno, in maniera dettagliata, il “caso”
di un cliente seguito che grazie
alle strategie del professionista ha ottenuto
un determinato risultato (positivo di solito),
riducendo drasticamente i costi a vantaggio di una
marginalità incredibile di profitto
(in un lasso di tempo più o meno breve a seconda della strategia adottata e del tipo di attività).

Ci sentiamo presto
per misurare insieme le potenzialità del web e dei social.

A presto 😉
Marco.

[Pillole di Network Marketing – COS’E’?]

1. Il Network Marketing e’ un lavoro a tutti gli effetti,
soggetto a spese che qualsiasi venditore/rappresentante dipendente o con p.iva ha tutti i giorni.

2. Come ogni lavoro, ci vuole impegno, e LA MAGGIOR PARTE delle persone dopo il primo mese che non chiude una vendita passa al prossimo network, non capendo che non e’ portato.

3. Nessuno scrive “DIVENTA MILIONARIO CON ME”, ma “GUADAGNA IN BASE AL TUO IMPEGNO”.

4. Ergo, se piu’ della meta’ delle persone non vuole faticare ed avere risultati veloci, ci sara’ un motivo per il quale il ceto medio sta sparendo.

5. Vale anche per i “cercatori di lavoro” che non si presentano ai colloqui, dicono di no perche’ il lavoro non e’ sotto casa, parlano di paga senza avere uno straccio di referenza (per chi sa cosa e’).

6. Lasciate stare i network che esordiscono regalando pure ai sassi le auto aziendali, tanto per dirne una, senza fare nomi.

Buona fortuna ragazzi.

[L’IMPORTANZA DELLE REFERENZE]

Avere la convinzione
di sapere esattamente
cosa si dice,
come lo si dice,
e perchè si dice,
un determinato argomento,
non fa di voi un esperto di quel settore.

Perchè?

Perchè il marketing si misura dai risultati,
non dalle parole.

Viviamo in una società capitalistica,
nell’era in cui se non fatturi non sei nessuno,
se non fai i “Big Money”,
per usare un termine d’oltreoceano
tanto caro ai marketers odierni,
NON SEI NESSUNO.

Ebbene, ti stanno mentendo.

In che modo? Presto svelato, eccoti un elenco di alcune cose che forse non sai:

✅ I Rolex si falsificano
✅ Le auto di lusso si noleggiano
✅ Le mega-ville si affittano
✅ Il “laptop style” e lavoro quando e dove voglio non arriva dopo 1 mese, ma nemmeno dopo 6.
✅ I feedback dei clienti soddisfatti si comprano
✅ Il traffico per i siti web si compra
✅ I follower si comprano
✅ I like si comprano
✅ Gli screenshots dei presunti guadagni si ritoccano con Photoshop
✅ I grafici degli andamenti delle vendite si ritoccano con Photoshop
✅ Le supermodelle accanto al “Boss” di turno si ritoccano con Photoshop

Marco, ma…quindi vivo in un mondo che non esiste, una sorta di Matrix, come faccio a capire se “ci sei o ci fai??”

Semplice.
I risultati vanno dimostrati non solo per quello che vedo.

MI SPIEGO MEGLIO.

Quando ancora non c’era il boom del web con le sue opportunità online, esisteva nel mondo del lavoro una parola che ora sta sfuggendo di mano ai più,
ed i cosiddetti “Millennials”,
ovvero il nuovo pubblico da conquistare
che sta decidendo la tendenza del mercato,
che va dai 16 ai 25 anni,
non ne conoscono nemmeno il significato.

REFERENZA.

Cos’è la referenza?

Io presento il mio curriculum vitae,
il mio sapere tecnico,
il mio sapere intellettuale,
e c’è un signore, una azienda, un professionista,
che DICHIARA in modo riscontrabile (tel/email)
che la persona della quale ha ben scritto la conosce,
ha lavorato per/con lui.

DIMOSTRARE I PROPRI RISULTATI.

Ok, tutto questo discorso per dire cosa?

LA CONSISTENZA DELLE REFERENZE.

Valuta sempre attentamente a chi ti affidi,
le parole sono belle,
i fatti che seguono lo sono ancora di più,
e ti aiutano a distinguerti,
nel web degli “squaletti”
dal “mordi e fuggi”.

Ecco,
a me il “mordi e fuggi” danneggia,
mi piacciono i rapporti di lavoro continuativi,
seguire i clienti,
fornire assistenza costante,
formazione costante,
perchè
il tuo risultato
è il mio risultato.